La Grande Apostasia nelle sue dimensioni religiosa e politica

La Grande Apostasia nelle sue dimensioni religiosa e politica

Come è stato più volte ribadito, San Giovanni Evangelista descrive la Grande Apostasia come una perversa trasformazione in due dimensioni: religiosa e politica (consultisi http://vaticanocattolico.com/apocalisse-17-8-adempiuta/#.V2VZV9cRp2A, citazione, “…trasformazione pagana dell’Europa durante gli ultimi giorni, adempiendo la profezia Apocalittica circa la bestia facente ritorno, ovverosia, circa l’Europa pagana sotto l’Impero Romano, già rimpiazzata dal regno del Cristo e dall’Europa Cristiana, facente ritorno sotto una novella forma, come un’Europa pagana sotto l’Unione Europea. La descrizione di San Giovanni della donna assisa sulla bestia in Apocalisse 17 combacia ancora precisamente con la descrizione della donna Europa presente nella mitologia Greca. Ciò è perocché la di lui profezia è sull’Europa, politicamente e religiosamente, durante gli ultimi giorni”, fine citazione). Ultimamente si è realizzato ciò che è descritto in Apocalisse capitolo 18, versetto 2 (consultisi in idioma inglese http://www.mostholyfamilymonastery.com/catholicchurch/vatican-prophecy-apocalypse/#.V2VbmtcRp2A ed in idioma spagnolo http://www.vaticanocatolico.com/iglesiacatolica/alerta-apocalipsis-18-2/#.V2Vb2NcRp2A).

Un’ulteriore esempio di apostasia, nella dimensione religiosa, è accaduto con il blasfemo spettacolo di luci denominato ‘Fiat Lux’ proprio nello Stato Città del Vaticano.

Adesso, qualche persona potrebbe insinuare che non sia accaduto nell’anno 2015 alcuno spettacolo blasfemo, nella dimensione politica. È così?

In realtà, qualche cosa di corrispondente nella dimensione politica, è accaduto…

Ecco un serpente a due teste, simboleggiante la doppia apostasia, religiosa e politica, che sta coinvolgendo il continente europeo e che trascina in questa Grande Apostasia tutte le nazioni del pianeta Terra.

Serpente bicefalo

Tale serpente bicefalo è descritto così, citazione, “Anche Vezzano protagonista all’Expo 2015. Lo sarà attraverso l’azienda Marmi Fontanelli Snc che ha costruito “Il serpente bicefalo in marmo bianco”, una creatura mitologica a due teste… L’inizio dei lavori, dopo aver trovato il blocco di marmo delle dimensioni volute, è iniziato il 23 marzo scorso ed è terminato sabato mattina. Ci sono volute 250 ore di lavorazione a macchina e molte altre per le finiture manuali. Le dimensioni della “creatura” finita sono 250x150x50 e verrà esposta al fuorisalone di Milano 2015 – Lithos Design dell’Università degli Studi di Milano. «E’ per noi un grande orgoglio – ha detto il titolare Claudio Fontanelli – io e miei figli e il tecnico che ha curato l’opera siamo orgogliosi di aver eseguito questo capolavoro e spero lo sia anche il mio paese. Abbiamo lavorato tanto con cuore e testa e il nostro impegno alla fine è stato premiato. Siamo molto felici nel sapere che milioni di persone vedranno questa nostra opera»”, fine citazione (http://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/cronaca/2015/04/12/news/il-bicefalo-di-vezzano-in-mostra-ad-expo-2015-1.11227432).

Già, si sta parlando dello spettacolo della Fiera internazionale – Città di Milano dell’anno 2015 (EXPO 2015). Parallelamente all’apostasia religiosa dello spettacolo ‘Fiat Lux’, nella nazione italiana, la cui Capitale politica è la città di Roma e la cui, ufficiosamente, ‘Capitale economica’ è la città di Milano, quest’ultima città è stata la sede di un’ulteriore manifestazione della Grande Apostasia nella dimensione politica.

Si comincia con un uomo, che blasfemamente rappresenta il primo uomo Adamo.

EXPO

Citazione, “Il Simbolo dell’Esposizione Universale di Milano 2015 è l’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci. L’Uomo Vitruviano è il simbolo universalmente riconosciuto della cultura rinascimentale italiana che metteva l’uomo al centro di ogni forma di pensiero e che vedeva il fervido sviluppo delle scienze e delle arti. La scelta di questa figura come simbolo dell’Esposizione Universale di Milano vuole indicare proprio il “nuovo Rinascimento” che Milano si appresta a rivivere con l’Expo, occasione unica di mettere in mostra lo straordinario sviluppo della scienza e della tecnica di questo secolo. L’Uomo Vitruviano è stato disegnato da Leonardo nel 1490 [si rimembri la Rivoluzione Protestante di Martino Lutero 490 anni addietro circa] e attualmente è conservato presso il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe della Galleria dell’Accademia di Venezia”, fine citazione (http://www.aboutmilan.com/it/expo-2015/uomo-vitruviano.html). Citazione, “L’«Uomo Vitruviano» di Leonardo da Vinci sarà esposto a Milano, per un mese, in occasione dell’Expo nell’estate del prossimo anno…Tra l’altro, era stato proprio l’Uomo Vitruviano il primo simbolo di Expo: ha contraddistinto l’immagine e l’identità dell’evento del 2015 a Milano in fase di candidatura [la massoneria, ovviamente, avrà esultato per tale scelta ad essa gradita]”, fine citazione (http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_novembre_18/uomo-vitruviano-leonardo-arrivera-milano-expo-a9f66b4a-6f2c-11e4-a038-d659db30b64c.shtml).

E la donna? La blasfema rappresentazione della prima donna, Eva? Ecco. Citazione: “In occasione dell’inaugurazione della tanta attesa Expo 2015 non poteva certo mancare il simbolo meneghino per eccellenza: la tanto conosciuta Madonnina”, fine citazione (http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/expo-arriva-la-copia-della-madonnina_2108511-201502a.shtml).

Presunta “madonnina”

A questo punto si possono udire voci di persone che accusano di essere esagerati, di essere complottisti e di vedere il male ove non c’è. Ma, per dimostrare l’utilizzo blasfemo della Santissima Vergine Maria si osservi tale successiva fotografia.

Peccato originale “riparato”

Tale fotografia non lascia dubbi sull’intenzione blasfema di suddetta immagine della Santissima Vergine Maria. Nella piazza ove sorge il Duomo di Milano sormontato dall’autentica statua de ‘la Madonnina’ è installata una scultura rappresentate un frutto, rappresentante simbolicamente il ‘frutto proibito’. Citazione, “La scultura sarà al centro di una superficie di 1000 mq. realizzata con 150 balle di paglia simbolo del “Terzo Paradiso”, riconfigurazione del segno matematico dell’infinito che per Pistoletto rappresenta la fusione tra il “paradiso naturale” e il “paradiso artificiale… Pistoletto durante la presentazione alla stampa ha dichiarato: “Offro alla città questo simbolo perché la città lo possa offrire al mondo… La Mela Reintegrata per l’artista è il frutto primordiale, il morso è simbolo del distacco del genere umano dalla Natura, la “cucitura” rappresenta l’entrata in una nuova era nella quale il mondo naturale e artificiale possa congiungersi”, fine citazione (http://www.artslife.com/2015/04/29/la-mela-reintegrata-di-michelangelo-pistoletto-a-milano/). Evidente, tale blasfemia avanza non solamente volendo rappresentare il peccato originale, ma addirittura pretende orgogliosamente di ‘reintegrare’ una situazione a cui solo Dio Trinità nella persona del Verbo ha potuto porre veramente rimedio.

E dov’è collocata la copia della statua de ‘la Madonnina’? All’ingresso di tale Fiera Internazionale. Una donna introduce, secondo tale massonico progetto a tale blasfemia contro Dio Trinità.

Presunta “madonnina” #2

Tale statua è collocata, inoltre, avanti sette piramidi. Il numero 7 è simbolico e sbeffeggia il numero dei veri sacramenti cristiano-cattolici. Tale blasfemia ha il simbolo di introdurre nella Grande Apostasia (http://www.localgenius.eu/copia-della-madonnina-del-duomo-di-milano-a-expo-2015-scelta-coraggiosa-10489.htm).

Piramidi

Notinosi tali piramidi, che sulla sommità hanno delle torri di osservazione e notisi il corridoio che da esse si dirama con la forma di tanti pesci, a sbeffeggiamento della parola in idioma greco Ἰχθύς che era utilizzata per rappresentare Nostro Signore Gesù Cristo (https://www.mondointasca.org/2015/07/28/belpaese-grandi-eventi-expo-olimpiadi/).

Ugualmente molte persone malvage obietteranno sulla mancanza del cosiddetto ‘albero della vita’ al centro del giardino dell’Eden. A tali persone sulla strada della dannazione eterna si risponde con tali immagini.

Ecco una struttura, simbolo della Fiera internazionale di Milano per l’anno 2015, denominata ‘Albero della vita’.

Albero

Citazione, “Grazie all’ubicazione strategica e all’altezza, l’Albero della Vita svetta volutamente sull’intero parco tematico dell’Expo. Concettualmente, l’Albero vorrebbe essere il centro da cui si irradia una bio-rete sotterranea formata dalle radici dei vari padiglioni, che non a caso hanno spesso al loro centro un exhibit a forma di albero che richiama quello centrale. Questa connessione sotterranea creerebbe una sorta di energia vitale diffusa: una sinergia tra gli Stati partecipanti. L’Albero della Vita è stato concepito per illuminarsi con variopinte luci cangianti e offrire uno spettacolo che attira centinaia di visitatori, che include musiche e effetti luminosi creati da fontane e giochi d’acqua. Una sorta di occhio centrale si staglia nel buio sulla sua sommità. Simbolicamente, l’Albero prende vita ogni giorno attraverso un rituale di rigenerazione e si impone come la linfa di tutta la manifestazione. La sua forza vitale vorrebbe essere quello slancio ideale che dà dei frutti, nella misura in cui riesce a creare sinergie tra i vari stati intorno a uno scopo comune: “nutrire il pianeta”, come recita il tema di Expo 2015… L’albero è un simbolo semplice, biblico (ma anche comune a molte culture), classicamente associato all’organizzazione della conoscenza (si pensi agli schemi strutturati ad albero), che non può non piacere: chi non ama gli alberi? Si tratta di un simbolo connotato positivamente, una fondamentale fonte di ossigeno e dunque di vita. È la casa degli uccelli ed è generatore di foglie, fiori e frutti. Associamo dunque agli alberi qualcosa di vitale, sicuro e protettivo.”, fine citazione.

Dunque tale Albero racchiude in sé blasfemamente sia la vita che la conoscenza [del bene e del male].E tale albero è al centro, e particolarmente al centro di un giardino.

Giardino

Giardino che è circondato da varie strutture che ‘sfidano le leggi dell’equilibrio matematico’ simboleggianti l’orgoglio che portò l’umanità a costruire la ‘Torre di Babele’.

Edifici deformi

Notisi anche il messaggio insito in tale blasfema Fiera, un messaggio di salvezza, salvezza alternativa alla vera salvezza. Ecco una ‘nuova e blasfema’ arca di Noè.

Arca blasfema

Citazione: “Nasce da un concorso pubblico la suggestiva costruzione con cui l’Ungheria si presenterà al prossimo Expo di Milano… Il padiglione si ispira non solo all’Arca di Noè, immagine di salvezza degli esseri viventi, ma anche ai tamburi sciamanici (presenti ai lati della struttura), che evidenziando il rapporto mistico del suo territorio con la natura e sono solcati dall’antico simbolo dell’albero della vita…”, fine citazione (http://businesspeople.it/Societa/Attualita/Expo-2015-l-arca-di-Noe-ungherese_73180). E panchine a forma di barca, come se esse potessero salvare dal ‘Diluvio’ che incombe su tale umanità ribelle.

Scialuppe

Ed inoltre una raffigurazione di animali in un Padiglione denominato ‘La sala dell’addomesticazione’.

Animali

Citazione: “…mentre nella sala dell’addomesticazione animale statue e dipinti realizzati da artigiani scenografi riproducono le specie animali. Quindi si esce nella valle della civiltà, dove un tavolo in legno kaori, antico di 40 mila anni e realizzato da un maestro del legno come Maurizio Riva, riproduce la Pangea”, fine citazione (http://www.internimagazine.it/eventi/fuorisalone/fuorisalonelive/universita-degli-studi-di-milano-energy-for-creativity-by-interni-magazine-expo-milano-2015-padiglione-zero-tra-arti-e-mestieri/).

In tale blasfemia apocalittica non potevano mancare i ‘registi’: Satana, il Serpente antico (Padiglione Cina comunista), e la massonica Setta del Vaticano II, con il suo padiglione dalla struttura massonica.

Squame

Citazione: “Expo 2015, mangeremo carne di coccodrillo e di serpente” (http://milano.fanpage.it/carne-di-coccodrillo-e-serpente-si-cani-e-pesce-palla-no-ecco-cosa-mangeremo-a-expo-2015/).

Padiglione del Vaticano II

Alcune persone si domanderanno, ancora, da quale manifestazione di apostasia nella dimensione religiosa è scaturita quest’apostasia nella dimensione politica. La risposta è nelle affermazioni di Antipapa Francesco sul nutrire materialmente le persone povere materialmente (https://it.notizie.yahoo.com/video/expo-papa-nutrire-pianeta-non-113007721.html). Tutto ciò in sbeffeggiamento del vero nutrimento, il nutrimento spirituale che serve alla salvazione nell’eternità, al cibo che è la carne ed il sangue di Nostro Signore Gesù Cristo, seconda persona di Dio Trinità.

–FDM.

Precedente Siamo sicuri che: “R.I.P.” Bud Spencer? Successivo La Bestia e la Meretrice incarnate pienamente

Lascia un commento

*