Obiezioni di A.R. circa “Madre” Teresa ed altri temi, e relative refutazioni

Sotto il post dell’articolo circa l’apostata Anjezë Gonxhe Bojaxhiu, “Madre” Teresa di Calcutta

Capo I

A. R.:

“Purtroppo non condivido certe prese di posizione come qui, come con S.Faustina, come il negare il battesimo di desiderio e sangue (seppure va connesso all’atto di morte con la fede in Gesù come di certo dovette avvenire per i Santi Innocenti). Io avevo dei dubbi su madre Teresa perchè veniva troppo esaltata dai mass media, ricevette il nobel. Però non sta a me giudicare della sua anima ma solo a Dio. E’ indubbio che ella sia stata ingannata nella chiesa conciliare ma che sia ora santa potrebbe anche essere:certo non è il decreto della chiesa conciliare che è falsa a poterle attribuire la patente di santità. Attendiamo in questi giudizi che la vera Chiesa si pronunci. Viviamo un tempo di apostasia quasi totale, le tesi dei papi eretici (FSSPIOX) con fellay che potrebbe veramente essere massone come qualcuno dice (c’è l’intervista al vescovo Morello di Castagna su agere contra che testimonia l’infiltrazione già anni fa), del papa materiale (che fa il paio con il papa eretico perchè sempre papa lo si ritiene anche se importante è il non una cum), le tesi dei tradizionalisti motu proprio che considerano un eretico (quindi scomunicato) capo della Chiesa, con i modernisti (che ormai si ingannano volutamente) che all’epoca della suora erano in buona fede…è un mistero doloroso, una tragedia spirituale senza precedenti per la Chiesa , perchè il mistero d’iniquità si è sostituito (ma gradualmente) al vertice. Non si può quindi giudicare noi, lasciamo al Signore, perchè sennò pecchiamo e preghiamo per il trionfo del Cuore Immacolato che sarà con il trionfo della vera Chiesa. E cerchiamo di non perderci troppo in cose che rischiano di perderci anzichè salvarci l’anima. Sono sicura che dei modernisti si sono salvati e dei perfetti osservanti esteriori si sono dannati.

Quello che intendo dire è che madre Teresa magari è in Paradiso mentre il problema è combattere la falsa chiesa bergo-ratzingeriana. Quando Fellay combatte in modo superevidente a favore degli infiltrati eretici,idem don Nitoglia che nell’ultimo articolo su chiesa e post concilio si è definitivamente svelato come un sofista gnostico anche lui combattente per i nemici infiltrati. Facciamo la santa battaglia contro gli usurpatori a favore di Gesù Cristo e lasciamo a Lui il giudicare della santità delle persone, nelle coscienze altrui noi mai riusciremmo a entrare, tanto meno a giudicare. La tesi del papa materiale è un sofisma lapalissiano. Combattiamo quindi per la verità, visto che siamo pochi.”.

Rispondesi:

  1. I ‘Santi Innocenti’ sono quei bambini essenti stati sterminati prima che entrasse in vigore la Nuova Legge e, in ogni caso, prima di raggiungere l’età della ragione non avrebbero potuto compiere alcun atto di Fede, bensì essi avrebbero potuto detenerla soltanto qualora fossero vissuti sotto la Nuova Legge e fossero stati battezzati, ricevendola supplita dalla Chiesa; sicché non dimostrano alcunché in favore del battesimo di sangue, come invero non potrebbero.

Il Magistero di Papa San Leone Magno è particolarmente risolutivo in merito: ‘Papa San Leone Magno terminò il dibattito’.

  1. “Madre” Teresa è stata ingannata ed è anche rimasta ingannata fino alla fine, divenendo a sua volta una maggiore ingannatrice, sicché trascorrendo una vita fuori della comunione con la Chiesa Cattolica, avversando la Verità, e dipartendo dopo esser rimasta visibilmente posseduta: ‘L’Apostata “Madre” Teresa di Calcutta’.

Sicché descriverla come una reproba non è esattamente un’esagerazione.

Ciò vale altrettanto per “Suor” Faustina Kowalska: La falsa devozione della Divina misericordia di “Suor” Faustina.

  1. Non v’è modernista alcuno che possa essersi salvato, giacché se credere alla sintesi di tutte le eresie sicché scomunicarsi infallibilmente potesse condurre alla salvezza, allora la Fede in Cristo e il Suo sangue redentore a niente servirebbero.
  1. Onde combattere la setta di Benedetto XVI e di Francesco è necessario per l’appunto smascherare la teoria per cui chiunque potrebbe essere in buonafede in qualche modo e salvarsi senza pure detenere comunione con la Chiesa in foro esterno.
  1. È proprio Gesù ad aver giudicato tutte queste cose lungo la Sua vita pubblica e mediante il Magistero ecclesiale, sicché rigettare un Suo giudizio in quanto non caritatevole per il motivo donde devesi lasciare giudicare nostro Signore, varrebbe allora a dire che Gesù abbia peccato giudicando invece di lasciar giudicare Gesù, e ciò non ha senso, a meno che non si voglia opporre al Gesù cattolico avente già giudicato, un Gesù più “new age” e “misericordioso”, il quale avrebbe quest’ultimo più diritto di esprimersi.
  1. Tu sai bene, in realtà: che si può giudicare. Siccome giudichi la Sede essere vacante, il modernismo essere eresia, la verità doversi difendere e finanche, paradossalmente, l’atteggiamento ‘giudizievole’ dei Fratelli essere a tuo parere sbagliato e prossimo al peccato.
  1. La confusione dei tempi moderni non è qualchecosa essente sfuggito al controllo di Dio e della quale pertanto ogni sorta di eretico avente suo malgrado avversato la verità potrà essere in ultimo scusato. Bensì, com’è corroborato dalla Scrittura, Dio confonde coloro che Egli non ritiene essere in buonafede, onde questi non possano appropriarsi indebitamente della Fede santificante ed in modo che questi, in ultimo, ove non si ravvedessero, periscano:

Matteo 13,11-15:

“Perché a voi è concesso di intendere i misteri del Regno de’ Cieli, ma ad essi ciò non è stato concesso. 12. Imperocché a chi ha, sarà dato, e sarà nell’abbondanza: ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha. 13. Per questo parlo loro per via di parabole, perché guardando non vedono, e ascoltando non odono, né intendono. 14. E adempiesi in essi la profezia di Isaia, che dice: udirete colle vostre orecchie: e non intenderete: e mirerete coi vostri occhi, e non vedrete. 15. Imperocché questo popolo ha un cuor crasso, ed è duro d’orecchie, ed ha chiusi gli occhi: Affinché a sorte non veggano cogli occhi, né odano colle orecchie, né comprendano col cuore onde si convertano, ed io li risani.”

2Tessalonicesi 2,8-11:

“E allora sarà manifestato quell’iniquo (cui il Signore ucciderà col fiato della Sua bocca, e lo annichilerà con lo splendor di Sua venuta): 9. L’arrivo del quale per operazione di Satana sarà con tutta potenza, e con segni, e prodigi bugiardi, 10. E con tutte le seduzioni dell’iniquità per coloro, i quali si perdono, per non aver abbracciato l’amore della verità per esser salvi. E perciò manderà Dio ad essi l’operazione dell’errore, talmente che credano alla menzogna, 11. Onde siano giudicati tutti coloro, che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nell’iniquità.”

  1. Che la “Tesi di Cassiciacum” sia un sofisma eretico e Don Nitoglia un menzognero, è cosa appurata.

Capo II

A. R. controbatte:

“Mi sono riletta il link che hai messo su SLeone Magno e continuo a essere della mia idea: il punto è che NESSUNO mette in discussione che sia possibile salvarsi senza battesimo. Però il battesimo può essere visibile o invisibile. E’ qui che i flli Dimond dicono che non può essere INVISIBILE. Quindi neganoil battesimo dei santi innocenti, di sangue, negano il battesimo di desiderio, ma Gesù a Nicodemo dove parla del battesimo con lo Spirito Santo “se uno non è nato dall’alto” per mezzo del Sangue “deve essere innalzato” e poi dice ” nato dall’acqua e dallo Spirito”. Che l’acqua sia il segno materiale, che di per sè non fa sacramento tant’è che facciamo il bagno spesso senza battesimi è vero, ma che questo bagno battesiamle sia visibile o invisibile è un’latra cosa. E’ un voler imporre limiti a Dio che agisce nell’innvisibile quanto nel visibile.

e sempre Gesù a Nicodemo dice anche “chi crede”, ora per un infante non si applica il credere se non nell’invisibile nel caso muoia prima di età di ragione.

Riguardo alla possessione di madre Teresa ti faccio presente che una santa doveva essere esorcizzata quotidianamente. Che fosse fuori della Chiesa cattolica non siamo in grado di stabilirlo , solo Dio può farlo, è il sunto della mia critica infatti.

che nessun modernista si sia salvato idem come prima. Chi siamo noi per giudicare le anime? Può essere in purgatorio ma che sia all’inferno è tutto da verificare. Un modernista eretico formale va distinto dal modernista eretico materiale. E poi padre Pio sarebbe stato un modernista dato che non si è opposto alla chiesa vaticana?

in foro esterno dov’è la chiesa ora? presso i fratelli Dimond ? Sono Enoch e Elia per caso?

e i fratelli Dimond allora sono invece nell’eccesso opposto di giudicare dove Gesù non ha giudicato? Come mai non si è opposto allora al sinedrio ma partecipava a tutte le funzioni a cui l’ebreo era tenuto? Gesù allora ha sbagliato ? Ed ha anche celebrato l’ultima pasqua ebraica valida il giovedì santo, quindi ha rispettato fino alla fine i riti e non ha detto a nessu no di non andare in sinagoga tant’è che gli apostoli continuavano ad andare anche dopo la Sua Risurrezione.

Io infatti giudico di tutti perchè la verità ci fa liberi, giudico di tutto, ad eccezione delle anime e tanto meno delle anime dei fratelli D.

infatti come citi “Dio manderà una potenza d’inganno perchè si ingannino coloro che non hanno creduto alla verità onde essere salvati” ” tanto da ingannare anche gli eletti” “e chi mai allora potrà salvarsi?” “nulla è impossibile a Dio” . Come vedi la risposta sta qui, anche ilbattesimo INVISIBILE è possibilissimo a Dio o osi negare ciò?

tra l’altro qua si confuta una risposta che ho avuto errata e cioè che molti chiamati NON é VERO che si salvano ma si dannano e solo gli eletti si salvano

e quindi anche “chi mette la mano all’aratro e poi si volge indietro ” si danna, che dici?

Che infine Dio ha già vinto e noi le vittime che ci rendiamo tali se ci dannassimo, e vittime comunque del male che facciamo, che Dio si è fatto Vittima per darci l’opportunità della Salvezza, che Dio permette non perchè incapace di fronte a noi ma perchè ne trarrà un a vittoria più grande per un bene maggiore, che ogni battezzato cattolico ha il dovere di farsi vittima con la Vittima per salvare anime, alter Cristi, che cioè può tuttoDio”.

Rispondesi:

  1. “il punto è che NESSUNO mette in discussione che sia possibile salvarsi senza battesimo”

Lapsus? Volevasi dire che nessuno dubita del fatto che ciò sia impossibile.

  1. I Fratelli negano il Battesimo dei Santi Innocenti perché questi ultimi non l’hanno avuto e non ne hanno avuto bisogno, essenti costoro morti sotto la Vecchia Legge, come ho già fatto notare.
  1. Il Battesimo non è invisibile, nessun Sacramento può conferirsi in mancanza del rito esteriore giacché esso È il rito esteriore; come definisce Papa Pio XI, Quas Primas:

Questo Regno nei Vangeli viene presentato in tal modo che gli uomini debbano prepararsi ad entrarvi per mezzo della penitenza, e non possano entrarvi se non per la Fede e per il Battesimo, il quale benché sia un rito esterno, significa però e produce la rigenerazione interiore”.

  1. Gesù, richiede espressamente la necessità della rinascita mediante lo spirito E l’acqua, sancendo che sarà sufficiente la mancanza di uno o anche solo dell’altro e non per forza la mancanza di entrambi: onde privarsi della possibilità di ereditare il Regno dei Cieli:

la giustificazione […] non può avvenire senza il lavacro della rigenerazione o il desiderio di esso, conformemente a quanto sta scritto: «Se uno non rinascerà per acqua e Spirito santo, non può entrare nel regno di Dio»” (SESSIONE VI; 13 gennaio I547; Decreto sulla giustificazione; Capitolo IV).

  1. “Che l’acqua sia il segno materiale, che di per sè non fa sacramento tant’è che facciamo il bagno spesso senza battesimi è vero”

Il fatto donde possa presentarsi una rondine senza che sia giunta la primavera non dimostra che possa altresì giungere la primavera senza che si palesino delle rondini.

Invero, è de Fide che un Sacramento non possa avere luogo ove mancassero la forma, la materia, l’intenzione o il/i ministro/i dello stesso.

  1. “”chi crede”, ora per un infante non si applica il credere se non nell’invisibile”

Gli infanti battezzati ottengono la Fede supplita dalla Chiesa; bensì, quelli non battezzati, giacché è ora in vigore la Nuova Legge, non possono salvarsi ed è definito che il di essi destino trovasi in una parte dell’Inferno.

  1. “che nessun modernista si sia salvato idem come prima. Chi siamo noi per giudicare le anime?”

Noi nessuno, sicché tantomeno siamo qualcheduno onde dire a Gesù che Egli non possa giudicare né rivelare la verità mediante il Magistero Ecclesiastico. Laonde, a noi altro non spetta che credere ai Suoi giudizi.

La tua domanda retorica, purtroppo, è a Gesù che la stai ponendo.

  1. “in foro esterno dov’è la chiesa ora? presso i fratelli Dimond ? Sono Enoch e Elia per caso?”

Non soltanto essi detengono invero un ruolo cruciale, come Dio ebbe promesso a San Benedetto di Norcia, bensì ciò nemmeno sarebbe necessario: giacché come spiegò Sant’Atanasio ribadendo la verità espressa nella Sacra Scrittura, la Chiesa trovasi in qualsiasi tempo costituita dai veri fedeli del Cristo, che essi siano una caterva o una manciata.

  1. “e i fratelli Dimond allora sono invece nell’eccesso opposto di giudicare dove Gesù non ha giudicato?”

Gesù ivi ha giudicato, checché vogliasi ammetterlo. Invero Egli tentò di metterci in guardia dall’illusione che tu vai argomentando:

1Corinzi 6,9–10:

No sapete voi, che gli ingiusti non saranno eredi del Regno di Dio? Badate di non errare: né i fornicatori, […e così di seguito diverse categorie di peccatori elencate…] avranno l’eredità del Regno di Dio”.

  1. “Io infatti giudico di tutti perchè la verità ci fa liberi, giudico di tutto, ad eccezione delle anime e tanto meno delle anime dei fratelli D”

La Chiesa ha costantemente giudicato dello stato di Grazia altrui. Un laico s’è innalzato contro Nestorio additandolo come scomunicato, San Paolo insegna come un cristiano possa talvolta sapere d’aver dinanzi un eretico, Gesù ammonisce di doversi discernere i falsi profeti (e non soltanto le di essi false profezie) allorquando si stesse confrontandoli, e così via.

Laonde, questa dottrina per cui non dovrebbe giudicarsi di anima alcuna è contraria al Cristianesimo. In effetti, Papa Leone XIII ebbe modo di sancire il Dogma per cui chi non insegna la Fede Apostolica romana doversi tenere non deve egli essere riguardato come un cattolico: indi decretando l’obbligo dei fedeli di giudicare dell’acattolicità altrui; come del resto affermò San Roberto Bellarmino, come implicano le direttive dispiegate in “Cum Ex Apostolatus Officio”, come presuppone da entrambe le parte il Sacramento della Confessione, e così via.

  1. “Dio manderà una potenza d’inganno perchè si ingannino coloro che non hanno creduto alla verità onde essere salvati” ” tanto da ingannare anche gli eletti” “e chi mai allora potrà salvarsi?” “nulla è impossibile a Dio”

Tale è un missaggio arbitrario e menzognero delle rispettive menzioni bibliche: la Sacra Scrittura giammai suggerisce che alla fine dei tempi si sarebbero ingannati coloro che Dio ebbe eletto onde essere salvati, sicché Dio avrebbe dovuto conseguentemente raccattare dei nuovi ‘eletti’ tra i Suoi stessi rigettati, trovandosi indi costretto a trasgredire i Suoi stessi Dogmi; né tantomeno è predetto che Dio avrebbe mandato una potenza d’inganno contro i Suoi stessi eletti, bensì:

La Scrittura sancisce che da Iddio proverrà la potenza d’inganno contro coloro adoranti la menzogna onde questi periscano, mentre il Diavolo opererà falsi miracoli e portenti onde ingannare se possibile finanche gli eletti (anche nel qual caso si considerasse tale ultima eventualità come possibile, ciò non dovrebbe applicarsi all’istante adiacente la morte degli eletti eventualmente rimasti ingannati: giacché essenti stati questi ultimi eletti infallibilmente da Dio, tali non dovranno perire)…

Marco 13,22:

“Imperocché sorgeranno falsi cristi, e falsi profeti, e faranno miracoli, e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti.”.

  1. “anche ilbattesimo INVISIBILE è possibilissimo a Dio o osi negare ciò?”

Allorquando Dio si serve del Magistero infallibile onde proclamare il Dogma per cui i Sacramenti costituisconosi nei rituali esterni, i quali non possono ministrarsi validamente in mancanza degli elementi prescritti, Iddio non potrà conseguentemente contraddirsi.

Laonde: certamente mi permetto negare un’eresia, giacché a Dio è impossibile di peccare e tanto più di contraddire la propria parola, quale è Dio stesso, nostro Signore Gesù Cristo.

Tale contraddizione, essente essa un’eventualità illogica, non ha al contempo da contarsi come qualchecosa di reale che Dio non deterrebbe la facoltà di operare: bensì, ciò deve considerarsi come ‘qualchecosa di irreale’ = niente, indi non potendosi sottrarre all’onnipotenza di Dio.

  1. “tra l’altro qua si confuta una risposta che ho avuto errata e cioè che molti chiamati NON é VERO che si salvano ma si dannano e solo gli eletti si salvano”

Se qualcheduno si salverà, ciò è perché la predisposizione delle cose dal tempo della creazione consente e prevede la di lui/lei salvezza, vale a dire che il di lui/lei nome è scritto nei Cieli dalla fondazione del mondo: sicché egli/ella è un eletto/a.

Altresì, giacché il libro della Vita trovasi nell’eternità e tale non è subordinato al tempo, non troverebbesi motivo per cui esso non dovesse già menzionare anche coloro che saranno salvati nel tempo che ha da venire.

  1. Padre Pio era un monaco di clausura, costantemente occupato con l’orazione, la ministrazione dei Sacramenti e la penitenza, trovantesi in tempi ove le notizie giungevano assai più lentamente che oggigiorno, il quale nemmeno visse su questa terra fino alla promulgazione della “nuova messa” e il quale, al contempo, mai predicò alcunché di modernista né tantomeno ebbe modo di avvocare la setta del ‘Vaticano II’.
  1. La presunta “Santa che doveva essere esorcizzata quotidianamente”, chiunque ella fosse, non poteva essere Santa ed al contempo posseduta.

Capo III

A. R. controbatte:

“voglio dire esattamente questo, il battesimo è necessario ma il sacramento è Dio che lo dà ed il ministro lo amministra solamente. Dio lo dà a chi vuole anche senza un ministro. Vecchia legge pe ri santi innocenti? Da quando la fai decorrere la nuova legge? Gesù Bambino è Dio e in Giuseppp e Maria il Regno è già arrivato. IL Regno è la nuova legge. Gli uomini DEVONO usare del visibile nella parte materiale del sacramento (che nella potestà nulla possono ma è Dio che fa come già dissi prima) e il rito esteriore pe r gli uomini è INDISPENSABILE, ma Dio non ne ha bisogno …o vuoi dettare legge a DIO? Senza il lavacro della rigenerazione e il desiderio ..non si può: esatto, anch’io lo dico. Ma è in dispensabile il ministro o Dio PUO’ agire anche senza ministro in caso eccezionale ? Questo è quello che dico io.Bello il paragone tuo, allora può esserci un ministro (primavera) senza che ci sia un battezzato (rondine) come può esserci un battezzato (rondine) senza ministro (primavera).Forma materia e intenzione nonchè ministro, o ministri per il matrimonio. Ma senza Dio nulla. Può esserci tutto ma senza Dio non c’è sacramento. Il ministro quindi può mancare nel caso intervenga il Superiore Diretto (come un vicesindaco è messo da parte per la firma delegata se viene il sindaco)- Ok per il limbo dei bimbi, de fide.

L a fede supplita dalla Chiesa serve anche nel caso che Dio intervenga direttamente senza vicari supplenti, ovvero senza ministro. Ed amministri Personalmente il sacramento in punto di morte. Per la mia fede anche (che se nessuno credesse e chiedesse Dio non interverrebbe). Certo che giudica e amministra e insegna..attraverso il Magistero Ecclesiastico di norma. M a la norma contempla l’eccezione da Chi la norma la fa, non nella sostanza, ma nel visibile dall’esterno. A dire il vero io penso che i fratelli Dimond potrebbero anche essere i testimoni della Verità, Enoc e Elia… chi lo sa. Sono validissimi. Non metto in dubbio che siano Chiesa e della più ortodossa, in questo clima arcobaleno. Cosa disse San Benedetto ?Io infatti giudico ho scritto, ed anche come Eusebio laico giudicò: però non della salvezza o meno , eterna, delle anime. L’argomentazione sugli eletti che si dannano è un ragionamento sofisma , che però sorvolo in quanto non intendo ciò e condivido quanto hai scritto.

L’invisibile è reale o irreale? reale anche se non si vede. Più reale della materia anche se invisibile. Quindi non confondere i termini. L’invisibile è reale , logico ed usa della materia.. Se Dio si serve del dogma e del magistero, non significa che può agire direttamente come SACERDOTE Eterno, Sommo Sacerdote, è questo che non capisci, Gesù è Giudice Sommo Sacerdote Dio, è tutto, non ha bisogno dei ministri se in caso eccezionale valuta di fare così. Il Re sceglie se far lavorare il ministro o agire direttamente. Sulla predestinazione degli eletti e sul libro della Vita va bene, ottimo.

Padre Pio ottenne di celebrare vetus ordo. Padre Pio è un Santo d’accordo, anch’io lo ritengo tale. Sulla Santa posseduta che non è Santa allora attacchi il Magistero dogmatico infallibile che la proclamò Santa. pre-concilio vaticano II

non è quella di cui parlavo ma ho trovato adesso questa beata (SAN PIO X), posseduta…

purtroppo (diabolico) non mi lascia pubblicare gli altri siti, pazzesco. Cerca quindi cristianità.it beata cristina stolmen

inoltre ci salveremo per l’Amore e solo per l’Amore che ci fa rispettare legge magistero ecc.http://3fiat.blogspot.it/…/il-primo-atto-di…

anche STeresina scrive, mangio il pane dei non credenti sono seduta al loro tavolo, mi è stato detto mi sembra di ricordare che c’è un Re ma nella nebbia non so …

[Collegamento di Emittente Coltellino Svizzero pubblicato da A. R.]

questo articolo invece depone a suo favore (sulla salvezza), certo non sarebbe da fare un’icona ma è l’antichiesa che la fa a propria propaganda

http://www.huffingtonpost.it/…/madre-teresa-non-fu-una…

spero di essrrmi spiegata, cioè Il RE delega ai ministri ma se vuole interviene in persona di RE. Quindi non si tratta di negare il battesimo di acqua. Ma di affermare che il Re interviene Personalmente, senza ministri a fare da tramite.”.

Rispondesi:

  1. “voglio dire esattamente questo, il battesimo è necessario ma il sacramento è Dio che lo dà ed il ministro lo amministra solamente. Dio lo dà a chi vuole anche senza un ministro”.

Se Dio conferisse il carattere del Battesimo senza servirsi di un ministro, sicché della forma e della materia (non potenti queste esser proferite né maneggiate da alcuno), o anche, ipoteticamente, in mancanza di uno soltanto di questi elementi (anche solo del ministro), Egli allora contravverrebbe alle Sue stesse regole, indi dimostrandosi un dio menzognero.

Laonde, Dio non può conferire il Battesimo in privazione di alcuno degli elementi prescritti per la validità del Sacramento.

Qualora volessi altresì intendere che nella tua teoria non mancherebbe un ministro perocché Dio stesso sarebbe il ministro, staresti allora sbugiardando la tua stessa argomentazione e dimostrandola ingannevole.

  1. “Vecchia legge pe ri santi innocenti? Da quando la fai decorrere la nuova legge? Gesù Bambino è Dio e in Giuseppp e Maria il Regno è già arrivato. IL Regno è la nuova legge”.

Se la Nuova Legge dovesse necessariamente trovarsi in vigore dal primo istante in cui Gesù Cristo trovasi in contatto con la Terra, allora questa dovrebbe essere in vigore da sempre, sicché i Padri veterotestamentari avrebbero seguito una falsa legge non realmente vigente: ciò perocché Cristo non è una novità, bensì Egli è sempre stato con tutti i Santi già a priori della Sua incarnazione essente Egli il Verbo di Dio mediante il quale tutte le cose, fatta inclusione della Terra, furono realizzate.

Altresì, qualora la Nuova Legge avesse sormontato l’Antica già dal primo istante dell’incarnazione del Figliolo, Gesù stesso si sarebbe fatto ‘battezzare’ secondo un battesimo invalido, giacché tale a cui fu sottoposto fu quello dell’Antica Legge.

La verità per cui il battesimo conferito a Gesù fosse quello dell’Antica Legge è cosa ovvia non soltanto alla luce del racconto Biblico e per il fatto donde Gesù non avesse ancora istituito il Sacramento del Battesimo, bensì lo è oltremodo definitivamente alla luce della realtà per cui A. le anime sottoposte al Battesimo Sacramentale vengono purificate aspergendosi col Sangue di Gesù Cristo, mentre Gesù non può purificare se stesso mediante se stesso: essente Egli invero già Santo quanto se medesimo e nella massima misura, e B. Gesù non può servirsi del Battesimo Sacramentale, essente quest’ultimo finalizzato ad assolvere le anime dal peccato originale e ad incorporarle nel Corpo Mistico di Cristo, mentre Gesù è da sempre e per sempre immacolato e presente in se medesimo.

Mirisi in oltre il paradosso per cui, qualora il battesimo della Vecchia Legge fosse stato rimpiazzato dal Battesimo Sacramentale nel primo istante dell’Incarnazione di Gesù, tutti i battezzati nel periodo stante tra l’Incarnazione ed il battesimo di Gesù sarebbero allora appartenuti alla Chiesa Cattolica prim’ancora che Le appartenesse il Suo Capo: Gesù Cristo.

Laonde: No. Gesù ha istituito i Sacramenti passo dopo passo, uno per uno, e non tutti in una volta colla Sua Incarnazione.

  1. “Gli uomini DEVONO usare del visibile nella parte materiale del sacramento (che nella potestà nulla possono ma è Dio che fa come già dissi prima) e il rito esteriore pe r gli uomini è INDISPENSABILE, ma Dio non ne ha bisogno …o vuoi dettare legge a DIO?”

Dio ha dettato la Sua legge mediante il Suo Sacro Magistero: “Tutti questi Sacramenti sono caratterizzati da 3 elementi; vale a dire, le cose come la materia, le parole come la forma e la persona come il ministro, il quale conferisce il Sacramento con l’intenzione di fare ciò che fa la Chiesa. Se alcuno di essi mancasse il Sacramento non verrebbe effettuato.” (Papa Eugenio IV, Concilio di Firenze, 1439).

Laonde, l’ardire di voler dettare legge a Dio non lo detiene chi, alla luce di ciò, crede alla verità rivelata nel Concilio, bensì lo detiene chi ostinatamente rifiutasi di condannare qualsiasi teoria eterodossa per la quale la presenza della materia, della forma, del ministro o dell’intenzione non sarebbe assolutamente necessaria.

  1. “Bello il paragone tuo, allora può esserci un ministro (primavera) senza che ci sia un battezzato (rondine) come può esserci un battezzato (rondine) senza ministro (primavera)”

Certo che no: quel che ho voluto intendere mediante il mio paragone è esattamente che non si può sostenere la possibilità della primavera in mancanza di rondini sulla mera base della riscontrata possibilità delle rondini in mancanza della primavera.

Nemmeno ho paragonato il battezzando alla rondine, bensì l’acqua; e la Primavera alla presenza del Sacramento.

  1. “Forma materia e intenzione nonchè ministro, o ministri per il matrimonio. Ma senza Dio nulla. Può esserci tutto ma senza Dio non c’è sacramento.”.

La mia fedeltà alla Dottrina non implica ch’io ritenga potersi fare qualchecosa senza Dio, bensì è il tuo rifiuto ostinato dei Dogmi rivelati ad implicare che tu ritenga potersi fare qualchecosa senza la Sua legge.

  1. “Ok per il limbo dei bimbi, de fide”

Dunque ti tocca cambiare idea circa la salvazione dei bimbi appellati “Santi Innocenti”.

  1. “L a fede supplita dalla Chiesa serve anche nel caso che Dio intervenga direttamente senza vicari supplenti, ovvero senza ministro. Ed amministri Personalmente il sacramento in punto di morte.”

Scrissi in precedenza:

‘Se Dio conferisse il carattere del Battesimo senza servirsi di un ministro, sicché della forma e della materia (non potenti queste esser proferite né maneggiate da alcuno), o anche, ipoteticamente, in mancanza di uno soltanto di questi elementi (anche solo del ministro), Egli allora contravverrebbe alle Sue stesse regole, indi dimostrandosi un dio menzognero.

Qualora volessi altresì intendere che nella tua teoria non mancherebbe un ministro perocché Dio stesso sarebbe il ministro, staresti allora sbugiardando la tua stessa argomentazione e dimostrandola ingannevole.’

Invero, dinanzi al bivio senza scappatoia tu “riesci” finanche ad attraversare entrambe le strade asserendo che Dio potrebbe dar luogo ad un Sacramento in mancanza del ministro, non trovandosi in realtà in mancanza del ministro giacché ministrantelo Egli stesso.

  1. “M a la norma contempla l’eccezione da Chi la norma la fa, non nella sostanza, ma nel visibile dall’esterno”

Cristo, mediante il Magistero della Chiesa non ha sancito gli elementi fondamentali alla ministrazione dei Sacramenti essere mera “norma”, bensì li ha sanciti essere indispensabilmente fondamentali.

  1. “A dire il vero io penso che i fratelli Dimond potrebbero anche essere i testimoni della Verità, Enoc e Elia… chi lo sa. Sono validissimi. Non metto in dubbio che siano Chiesa e della più ortodossa, in questo clima arcobaleno.”

Non li consideri realmente come dei validissimi testimoni della Verità, se credi la più parte del loro Apostolato essere esagerata, temeraria, opinabile o indimostrabile.

  1. “Cosa disse San Benedetto ?”

Consultisi: La presente comunità Benedettina (capitolo: “La presente comunità”).

  1. “Io infatti giudico ho scritto, ed anche come Eusebio laico giudicò: però non della salvezza o meno , eterna, delle anime.”

Qualora si credesse fermamente che un’anima dipartente nella di essa eresia non abbia modo di salvarsi, non si incontrerebbe difficoltà alcuna nel riconoscere la triste verità per cui certune anime moderniste hanno trovato tale destino alla fine delle proprie vite.

  1. “L’argomentazione sugli eletti che si dannano è un ragionamento sofisma , che però sorvolo in quanto non intendo ciò e condivido quanto hai scritto”

Il mio ragionamento voleva esattamente smentire il ‘sofisma’ per cui anche gli eletti avrebbero potuto dannarsi, e non: corroborarlo.

  1. “Se Dio si serve del dogma e del magistero, non significa che può agire direttamente come SACERDOTE Eterno, Sommo Sacerdote, è questo che non capisci, Gesù è Giudice Sommo Sacerdote Dio, è tutto, non ha bisogno dei ministri se in caso eccezionale valuta di fare così.”

Non significa che può”: ancora un lapsus? Volevi dire che ciò non l’impossibiliterebbe.

Ciò detto, sei tu a non capire di starti sbugiardando mediante le tue stesse ipotesi, secondo le quali il ministro non mancherebbe, bensì sarebbe (in un’eventualità improbabile) Dio stesso.

Laonde, la nostra negazione dei ‘battesimi del desiderio e del sangue’ è implicita nelle tue stesse argomentazioni.

  1. “Sulla predestinazione degli eletti e sul libro della Vita va bene, ottimo”

Lieto d’esserci apparentemente intesi su di un punto.

  1. “Padre Pio ottenne di celebrare vetus ordo. Padre Pio è un Santo d’accordo, anch’io lo ritengo tale. Sulla Santa posseduta che non è Santa allora attacchi il Magistero dogmatico infallibile che la proclamò Santa. pre-concilio vaticano II”

La Santa Sede ha canonizzato la Santa in quanto tale e mai in quanto “posseduta”.

Altresì, nemmeno la cronaca riportata dalle fonti da te menzionate narra di possessione alcuna della Santa in questione, bensì le medesime fonti riportano la cronaca delle sue vessazioni diaboliche, erroneamente appellate col nome di “possessione”.

  1. “anche STeresina scrive, mangio il pane dei non credenti sono seduta al loro tavolo, mi è stato detto mi sembra di ricordare che c’è un Re ma nella nebbia non so …”

Onestamente non ho compreso cosa vorrebbesi dimostrare in questo punto.

  1. “questo articolo invece depone a suo* favore (sulla salvezza) [*di “Madre” Teresa di Calcutta N.d.R.], certo non sarebbe da fare un’icona ma è l’antichiesa che la fa a propria propaganda”

Non vedo quale articolo deporrebbe a suo favore, giacché entrambi gli articoli da te collegati la descrivono in quanto inadatta a divenire canonizzata.

  1. “spero di essrrmi spiegata, cioè Il RE delega ai ministri ma se vuole interviene in persona di RE. Quindi non si tratta di negare il battesimo di acqua. Ma di affermare che il Re interviene Personalmente, senza ministri a fare da tramite”

Come s’è dettagliatamente esposto, ciò A. non è un’argomentazione in favore dei ‘battesimi alternativi’, bensì una contraria, B. non è ciò che intendevi realmente, giacché non avresti altrimenti giammai trovato alcunché da ridire allorquando si argomentava l’indispensabilità del Battesimo d’acqua sicché la falsità delle presunte alternative salvifiche.

Capo IV

A. R. controbatte:

“Cioè Dio non può agire perchè lo decido io, agisce solo se lo fa qualcun altro, alla faccia dell’Onnipotenza. Dio E’ Colui che dà, quindi non è ministro ma agisce NORMALMENTE attraverso il ministro. L’INCARNAZIONE è uno spartiacque. Il Verbo si incarna anche 9 mesi prima della nascita. Il battesimo di Gesù da Giovanni Battista non fu un battesimo che di penitenza e Gesù la fece la penitenza per noi. Quel ministro era inferiore al battezzato, non poteva dare quando era lui a ricevere da quel battezzato. Ma che sofisma, certo che i sacramenti sono stati istituiti da Gesù quando ha detto fate così e hanno assunto validità dopo la Sua Morte , cioè dopo l’attuazione dell’espiazione da parte Sua. Che poi l’Eucarestia ad esempio è stata isitutuita il giovedì santo ma il merito di giustizia è derivato SOLO dopo la morte, dopo l’adempimento totale della giustizia.Senza ministri nullo sacramento? Devi dirlo a Gesù che ha perdonato i peccati senza ministri. Comunque vedo che al tuo ragionare hai aggiunto il ministro, è indubbio che il concilio ha ragione, gli uomini NON POSSONO fare diversamente. Può esserci un sacramento senza che ci sia l’acqua? primavera e rondine)…gli esempi sono esempi non calzano mai a perfezione.

La legge senza l’amore è nulla == 0. I santi innocenti per te non sono in paradiso ma per quella legge magistero che tu citi sì e da sempre.Perchè la tradizione è col magistero e liturgia.Al ministro DA DOVE viene la facoltà di amministrare i sacramenti? Il re non può fare quindi, ha dato un sigillo ed ora è impotente nonchè menzognero! Norma e inderogabile indispensabile, sono la stessa cosa. In effetti più dialogo e meno ci credo perchè queste sono fariseismi senza amore.

Punto 13, scusa ma scrivimi allora che il RE deve stare impotente, Dio non deve operare però ricorda le parole “Dio continuamente opera ed anch’Io opero”. STeresina si fece parte del cibo dei non credenti, visse nell’aridità spirituale come madre Teresa, per salvare le anime, è l’amore che salva non la legge . Si dice nel secondo articolo che cercò di battezzare i morenti ecc. Inoltre mi avevi detto che non c’erano mai stati dei santi posseduti. Ti ho smentito, ci volevano gli esorcismi come pe r madre Teresa. Una santa 8non ricordo il nome mi spiace) li doveva avere giornalmente. Punto 18 vero e proprio sofisma ancora. Gesù non è in grado di usare l’acqua secondo te? Certo che le vostre leggi lo fanno divenire handicappato, legato dalle vostre visuali che escludono quello che decidete voi. Veramente sia tu che vaticano cattolico rischiate di fare la fine di Tertulliano che divenne eretico infine. Però magari ha salvato l’anima io penso.

il ladrone ricevette il battesimo da Gesù

All’epoca di Gesù c’era una situazione analoga all’attuale, farisei e sadducei, tradizionalisti più o meno estremi e modernisti, ma Gesù NON SI è schierato coi farisei, seppure avessero ragione, proprio perchè la Sua è una Nuova legge, e se uno alla morte ha un atto di amore PERFETTO arriva al paradiso dal peccato mortale. E’ l’amore , non la legge, è lo Spirito non la lettera, è la grazia non il merito….altrimenti Gesù si sarebbe schierato coi farisei ma non l’ha fatto e non lo oggi quindi. E i farisei in comunione coi sadducei, chè son divenuti amici per ciò, LO hanno crocifisso.

e lo diceva san Tommaso d’acquino che Dio non è legato ai riti fossero pure sacramentali…..

ed anche S.teresa del Bambin Gesù mi dà ragione

e san Cipriano (un poco indietro nei seoli quindi)”

Rispondesi:

  1. “Cioè Dio non può agire perchè lo decido io”

Se tu credi che quanto rivelato nel Magistero Ecclesiastico sia ‘ciò che decido io’, allora tu rifiuti la regola prossima di Fede nonché l’istituzione del Papato, indi dipartendo nel protestantesimo; laonde, tantomeno dovresti talvolta sentire il bisogno di additare me o qualcun altro in quanto sfidante lo stesso Magistero.

  1. “agisce solo se lo fa qualcun altro, alla faccia dell’Onnipotenza”

S’è già spiegato come al fine di sostenere coerentemente l’onnipotenza di Dio non sia d’uopo d’affermare che Egli possa contraddirsi, bensì l’opposto.

  1. “Dio E’ Colui che dà, quindi non è ministro ma agisce NORMALMENTE attraverso il ministro”

Il tira-e-molla continua, e questa volta ti trovi in quella fase dove vai affermando la presunta dispensabilità del ministro e che Dio non sarebbe ministro a sua volta.

A breve ricomincerai forse a sostenere che nella tua ipotesi non vi sia mancanza del ministro giacché Dio stesso lo sarebbe; in ogni caso, l’intera argomentazione è eterodossa comunque vogliasi avanzarla.

  1. “Il battesimo di Gesù da Giovanni Battista non fu un battesimo che di penitenza e Gesù la fece la penitenza per noi. Quel ministro era inferiore al battezzato, non poteva dare quando era lui a ricevere da quel battezzato”

Nel Battesimo è sempre Iddio a ‘dare’, e non certo il ministro quale è un mero strumento, come tu stessa vai affermando.

Proprio come nella consacrazione dell’ostia, il sacerdote fa sì che essa venga rimpiazzata dal Corpo di Gesù, e non certo dal corpo dello stesso prete.

Sicché, non si pone problema alcuno per l’inferiorità di San Giovanni Battista nei riguardi di nostro Signore.

  1. “Ma che sofisma, certo che i sacramenti sono stati istituiti da Gesù quando ha detto fate così e hanno assunto validità dopo la Sua Morte , cioè dopo l’attuazione dell’espiazione da parte Sua”

Dunque, volente o nolente, hai rinnegato la tua precedente argomentazione.

  1. “Senza ministri nullo sacramento? Devi dirlo a Gesù che ha perdonato i peccati senza ministri”

Gesù ha perdonato direttamente i peccati di taluni essente Egli il Sommo Sacerdote, sicché idoneo ad Assolvere, e fisicamente presente ai peccatori che ebbe modo di perdonare in tal maniera.

In oltre, nemmeno la Confessione può considerarsi analoga al Sacramento del Battesimo, giacché è definito che un membro della Chiesa possa rientrare nello stato di Grazia mediante la propria contrizione perfetta ed il proposito sincero di confessarsi il prima possibile, anche qualora non avesse egli/ella ricevuto l’Assoluzione Sacramentale. Ciò differenzia l’Assoluzione dal carattere conferito nel Battesimo, giacché quest’ultimo è altresì definito non potersi ottenere previa il rito esteriore.

Laonde, non sono dunque io a detenere qualchecosa da ridire Gesù, bensì è Gesù che dice qualchecosa a tutti noi mediante la Dottrina Rivelata: ovvero che in mancanza degli elementi prescritti, niun Sacramento può avere luogo.

  1. “Comunque vedo che al tuo ragionare hai aggiunto il ministro, è indubbio che il concilio ha ragione, gli uomini NON POSSONO fare diversamente”

Il Concilio non discute specificatamente di come ‘gli uomini possano o non possano fare’, bensì di come ciò possa o non possa avvenire.

  1. “La legge senza l’amore è nulla == 0. I santi innocenti per te non sono in paradiso ma per quella legge magistero che tu citi sì e da sempre”

Ho già spiegato innumerevoli volte che ritengo invero i Santi Innocenti trovarsi in Paradiso e come ‘quella legge magistero’ non si opponga alla di essi canonizzazione.

Sicché: io credo ad entrambi il Magistero e la salvezza dei Santi Innocenti, indi credendo all’intera verità in questione, non necessitando di scegliere quale dei due Dogmi accreditare a discapito dell’altro.

Altresì tu, purtroppo, scegliendo di credere alla santità dei Santi Innocenti a discapito della dogmaticità del Magistero circa la necessità del Battesimo Sacramentale al fine della salvazione, come degli elementi prescritti al fine della validità di un Sacramento, perdi la Fede in tutte le suddette verità menzionate.

  1. “Il re non può fare quindi, ha dato un sigillo ed ora è impotente nonchè menzognero!”

I ‘sigilli’ posti da Dio non limitano la Sua potenza, giacché i Suoi vincoli garantiscono la vera libertà, piuttosto che limitarla. A pensarla diversamente, vale a dire, a teorizzare che le regole di Dio devano infrangersi onde ripristinare la libertà: è Lucifero, il Diavolo.

E no, non ho affermato che Dio fosse menzognero, bensì ho avuto ragione di affermare che il tuo ipotetico ‘dio’ necessitante di infrangere le sue stesse regole: lo è.

  1. “scusa ma scrivimi allora che il RE deve stare impotente, Dio non deve operare però ricorda le parole “Dio continuamente opera ed anch’Io opero””

Dio opera, orbene, ma Egli non necessita, onde operare, di contraddirsi.

In oltre, laddove Egli lasciasse qualcheduno in mancanza del Battesimo, ciò non significherebbe che Dio ivi fallirebbe nel tentativo di operare, bensì, ciò significherebbe che Egli non avrebbe intenzione di aiutare tale individuo. Come del resto, talvolta, Egli giunge insino ad operare contro certuni individui, come si è in precedenza dimostrato.

Ciò perché Dio non costringe tutti a salvarsi, bensì tutela infallibilmente sol che gli eletti.

  1. “STeresina si fece parte del cibo dei non credenti, visse nell’aridità spirituale come madre Teresa, per salvare le anime”

Che Santa Teresa del Bambin Gesù si diede in pasto ai non credenti è semplicemente il contrario di ciò che ella ebbe invero modo di operare, conservandosi casta e pura per il suo Sposo Gesù. Tantomeno mi risulta che ella avesse mai articolato qualcosa di simile dalla propria penna.

“Madre” Teresa di Calcutta non fu povera di spirito, ma di Grazia; sicché, Santa Teresa di Lessovi e “Madre” Teresa di Calcutta attraversarono due aridità intrinsecamente opposte nella di esse natura. Nemmeno è vero che “Madre” Teresa attraverso la propria aridità onde salvare le anime, bensì, questa non deteneva alcuna vera Carità nei riguardi delle persone che pretendeva d’aiutare, come l’articolo all’origine di questo dibattito dimostra dettagliatamente.

  1. “è l’amore che salva non la legge .”

La Sacra Scrittura e il Magistero Ecclesiastico non equivalgono alla “legge” dell’uomo, bensì, alla Legge di Dio.

Laonde, considerando le verità dogmatiche definite da Cristo in persona nel Nuovo Testamento ed i pronunciamenti infallibili dei Sommi Pontefici in quanto “legge” inefficace contrapposta all’”amore” onnipotente: ti trovi inesorabilmente a cianciare di un “amore” che non appartiene allo stesso Dio dal quale provengono la Sacra Scrittura ed il Magistero della Chiesa.

  1. “Inoltre mi avevi detto che non c’erano mai stati dei santi posseduti. Ti ho smentito, ci volevano gli esorcismi come pe r madre Teresa. Una santa 8non ricordo il nome mi spiace) li doveva avere giornalmente.”

Come s’è mostrato, non soltanto io ho già smentito le tue argomentazioni innumerevoli volte, ma ho talvolta smentito anche la teoria per cui Beata Cristina Stommeln sarebbe dimostrabilmente rimasta posseduta, facendo semplicemente notare come le stesse fonti da te riportate non narrassero di possessione alcuna, e come altresì esse narrassero di vessazioni diaboliche, fraintendendole.

Ora pretendi d’avermi smentito e, in oltre, aggiungi ‘carne’ al fuoco ‘citando’ un’altra presunta “Santa posseduta” senza nome. Ciò denota che l’argomentazione è fallita.

  1. “Punto 18 vero e proprio sofisma ancora. Gesù non è in grado di usare l’acqua secondo te? Certo che le vostre leggi lo fanno divenire handicappato, legato dalle vostre visuali che escludono quello che decidete voi”

Gridare al ‘sofisma’ non risolve alcunché.

La “Tesi di Cassiciacum” può ragionevolmente appelarsi ‘sofisma’ essente tale invero contraria ai decreti del Concilio Vaticano I, a Satis Cognitum, a Cum Ex Apostolatus Officio, e così via.

Le posizioni del Monastero, altresì, a niun Dogma trovanosi contrarie.

Non soltanto è falso che io stessi affermando Gesù ‘non essere in grado di usare l’acqua’, bensì ciò è finanche quanto tu, in realtà, sottintendi. Ciò perché, dopo aver negato di voler sostenere la dispensabilità del Battesimo d’acqua, tu procedi esattamente a negare l’indispensabilità del Battesimo d’acqua teorizzando la possibilità di un Battesimo in mancanza dell’acqua (come talvolta del ministro, e così via).

Sicché, se nella tua ipotesi A. Gesù ministra il Sacramento e B. l’acqua è mancante, orbene: è nella tua ipotesi che Gesù ‘non è in grado di usare l’acqua’.

Se altresì volessi affermare che niente ivi manca, essendo Gesù il ministro e l’acqua presente, staresti conseguentemente continuando a dimostrare di star argomentando qualchecosa di irrilevante e non inerente, essendo ciò in nessun modo deponente a favore del battesimo di desiderio.

Infine, ancora una volta: tutte tali leggi non provengono dai benedettini del Monastero, bensì da Dio, aventile rivelate mediante la Sua regola prossima di Fede, e dapprima in quella remota: la Sacra Scrittura.

Sicché non vogliamo noi ‘escludere quello che decidiamo noi’ d’escludere, bensì tu vuoi includere quello che decidi tu d’includere.

  1. “Veramente sia tu che vaticano cattolico rischiate di fare la fine di Tertulliano che divenne eretico infine. Però magari ha salvato l’anima io penso.”

L’anima la si rischia e invero la si perde infallibilmente neglettendo di credere alle regole di Fede ed a tutti i Dogmi rivelati, e non il contrario.

È in oltre degno di nota il cortocircuito ove la tua posizione insostenibile ti ha condotto: vuoi dapprima ammonirci del pericolo di divenire eretici come Tertulliano; tuttavia, ricordando immediatamente a seguito che la tua posizione richiede di negare l’esistenza di tale pericolo, aggiungi che del resto ‘tu pensi’ anche Tertulliano potersi essere salvato nonostante la sua eresia finale.

  1. “il ladrone ricevette il battesimo da Gesù”

Il ladrone credette dinanzi a Gesù crocifisso.

Al contempo, niente indica che egli non fosse già stato battezzato secondo la Vecchia Legge e, in ogni caso, l’assoluta necessità del Battesimo al fine della salvazione è qualchecosa riguardante la Nuova.

  1. “Gesù NON SI è schierato coi farisei, seppure avessero ragione, proprio perchè la Sua è una Nuova legge”

I farisei sono coloro essenti convinti di detenere un gran cuore, quando al contempo contraddicenti il vero insegnamento di Dio: chiaramente, non noi.

I farisei non avevano ragione. Altrimenti, qualora i farisei avessero detenuto ragione, da ciò conseguirebbe la pazzia per cui Gesù avrebbe ripudiato e condannato dei giusti per la di essi correttezza, divenendo ingiusto Egli stesso.

La Sua è una nuova legge perocché tale è la Nuova Legge susseguentesi alla Vecchia Legge, e non in quanto tale varierebbe di minuto in minuto, si contraddirebbe, o fosse priva di criterio alcuno.

  1. “se uno alla morte ha un atto di amore PERFETTO arriva al paradiso dal peccato mortale”

È definito Dogmaticamente che non v’è Carità perfetta fuori della Comunione della Chiesa; perciò coloro non essenti stati liberati dal peccato originale non posso compiere tale atto di amore perfetto.

  1. “E’ l’amore , non la legge, è lo Spirito non la lettera, è la grazia non il merito….”

Sulla base della verità per cui la salvezza delle anime proviene dalla Grazia di Dio e non dalle di esse opere (sebbene, al contempo, la Scrittura specifichi la salvezza avvenire secondo le stesse opere, ove avviene), tu cerchi di innalzare una contrapposizione tra l’amore e quella stessa legge essente la Legge di Dio, e tra lo Spirito e quella stessa lettera costituentesi nelle regole di Fede Cattolica: indi professando di credere in niente più e niente meno che il modernismo, e non nel Cattolicesimo tradizionale.

  1. “lo diceva san Tommaso d’acquino che Dio non è legato ai riti fossero pure sacramentali…..”; “e san Cipriano (un poco indietro nei seoli quindi)”

San Tommaso D’Aquino tentò di giustificare la teoria dei battesimi del desiderio e del sangue sostenendo che anche in essi si trovassero in qualche modo gli elementi fondamentali al Sacramento; sicché mai ritenendo questi ultimi dispensabili.

In ogni caso, San Tommaso D’Aquino, come Sant’Agostino o qualsivoglia altro Santo avente talvolta insegnato qualchecosa di eterodosso, si trovò semplicemente in errore.

Al contempo, giammai alcun Santo insegnò le ultime teorie più radicalmente eretiche delineanti ciò che oggigiorno, la più parte dei pretesi ‘cattolici’, appella ‘battesimo di desiderio/sangue’.

– TrinityGod’sMinister.

 

Precedente Prove del decadimento finale delle nuove generazioni radical chic Successivo Libri Cattolici

Lascia un commento

*