Radio DeeJay si piega all’idiocrisia gender

Non ha età, razza e pregiudizi

La redazione di DeeJay ha pubblicato un video che mixa il vituperabile (finto) esperimento dei baci tra estranei (non solo anagraficamente, ma da ogni punto di vista) a un’immagine che girava in pagine filo-lgbt.

In questo video si vedono baci ai raggi-x dove pertanto sesso, razza, età –perché sì, DeeJay ha specificato anche “età”- non sono distinguibili agli occhi dei comuni spettatori.

Ciò a detta della redazione, “a dimostrazione che non dovremmo soffermarci sulle apparenze, ma accettare le persone per quello che sono. Sarebbe tutto più semplice, no?”.

Be’, allora perché non incominci ad accettare chi non accetta le persone per ciò che sono, per ciò che è?

Ah, già, perché il relativismo non è altro che un’ipocrisia radical-chic alla quale non credono nemmeno i suoi sostenitori.

Riporto quanto scrissi in un articolo che postai il 27 febbraio 2014.

“Cosa direbbe un teorico del gender sotto l’effetto del siero della verità”.

L’immagine della pagina filo-lgbt riportava un bacio ai raggi-x e diceva: “Questa immagine è perfetta: non sai se siano un ragazzo e una ragazza, due ragazzi o due ragazze, un africano o un asiatico o un italiano. C’è solo la bellezza di due esseri umani che amano. Ed è solo questo quello che importa davvero.”.

Io aggiungevo: “Perché quello che chiamiamo “amore”, in realtà è solo sesso. Che sia tra uomo e uomo, tra uomo e Rosario Muniz, tra uomo e più donne, tra omofobo e omofoba, tra nonna e nipote, tra stupratore e vittima, tra vivo e morto, tra donna e vibratore, tra vecchio e bambino, tra uomo e robot, in fin dei conti ci importa solo di ficcare.

Che il partner sia un serial killer, o un santo miracolato. A noi non interessa dei sentimenti, e delle regole fini ad esprimerli nella libertà, a soddisfarli, promuoverli e tutelarli.

A noi interessa scacciarli dalla faccia della Terra, ovviamente in nome del rispetto e dei sentimenti. Che ti aspettavi, che fossimo onesti?

Certo non basta cambiare nome alla lussuria, all’edonismo, al nichilismo e al relativismo, per darli a bere al mondo intero, per questo esistono i messaggi subliminali, gli ingredienti tossici nei prodotti di uso comune, e la moda.

L’arcobaleno dovrebbe rappresentare l’alleanza tra l’uomo e Dio, non è divertente che lo usiamo proprio noi? Sì perché è questo che facciamo, ostentiamo tutto il contrario di quello che siamo.

E diremo sempre di essere perseguitati, anche se tutto il mondo ci adora, perché non raggiungeremo mai la felicità passando l’intera vita a seminare discordia, e siamo troppo pieni di pride, per seguire i consigli di chi ci indica la retta via con la morale, la teologia e la scienza.

Di’ di sì a noi, in cambio di un misero applauso formale (se ti va bene)! :)”.

È emblematico che in questi tempi la massa si “commuova” dinanzi a video dove gli esseri umani sono rimpiazzati da degli scheletri virtuali, oltre che dinanzi a messaggi totalmente fittizi e incoerenti.

–Galant.

Precedente Chi vince nel gioco d'azzardo Successivo La bufala del 666 nella tiara papale

Lascia un commento

*